Linfodrenaggio Una sensazione di leggerezza

Terapeutico

Cos'è?

Il drenaggio linfatico manuale è una tecnica di massaggio molto particolare creata dal Dr. Emil Vodder negli anni ‘30 che, attraverso leggere pressioni molto lente e ritmate, favorisce il drenaggio della linfa nell’organismo, facilitando la normale circolazione dei liquidi accumulati.
Cos'è la linfa? La linfa è un fluido corporeo che circola all'interno dei vasi linfatici e che porta con sé diverse sostanze, tra cui acqua, grassi, proteine, elettroliti e linfociti, per un volume giornaliero che va dai 2 ai 4 litri in uno stato sano mentre può arrivare anche ai 20 litri nel caso di una persona con infiammazione acuta.
Il massaggio parte dalle stazioni linfonodali del collo per poi spostarsi dove è presente l’edema. Infatti uno dei principi chiave del linfodrenaggio è quello che i movimenti non debbano essere mai fatti dalla periferia verso il centro perché ciò potrebbe danneggiare la struttura trattata. Le manovre che vengono effettuate tendono a smuovere la linfa spingendola facilitando gli sbocchi naturali.
Il ritmo dei movimenti è caratterizzato da una certa lentezza, il che rende questo tipo di terapia assolutamente indolore e particolarmente piacevole e rilassante.

Per chi è utile?

È la terapia adatta per la cura di linfedemi primari e secondari, per edemi di origine venosa, in caso di caviglie slogate o gonfiore post-gesso ma anche per accelerare il processo di guarigione delle ferite.
E’ consigliato prima di interventi chirurgici per preparare il paziente all’intervento e dopo gli stessi per riassorbire più velocemente e al meglio i traumi e le ferite causate dall’operazione.
Inoltre svolge un importante ruolo come terapia complementare per la cura di molte patologie tra cui: disturbi circolatori a carico del microcircolo, traumi articolari e muscolari, sinusite, emicrania e cefalea, stress, sindrome premestruale e acne.
Dona sollievo alle donne in gravidanza ed è indicato anche nel trattamento delle stasi dei pazienti anziani.

Benefici

Il paziente avverte un’istantanea sensazione di benessere e leggerezza nel distretto interessato, l’aspetto ed il colorito cutaneo migliorano, la pelle diventa più tonica al tatto e alla vista, i benefici sono visibili sin dalle prime sedute ma resi più duraturi da un ciclo di sedute.
Un ulteriore beneficio del massaggio linfodrenante è relativo al sistema immunitario: massaggiare i linfonodi e muovere la linfa comporta la produzione e la circolazione degli anticorpi.

Per i massaggi terapeutici è indispensabile la prescrizione medica